Post

Il Cantiere apre i battenti!

Immagine
Ed eccoci qua, dopo un po' di decantazione di pensieri, lasciando il tempo di far sedimentare nel loro fluire le idee legate alla pura 'creazione', libera e senza freni, finalmente ad iniziare una nuova avventura. E tanto per non cambiare, stessa spiaggia, stesso mare.
Da quando qualche tempo fa è uscito il film "L'Arte della Felicità" al quale siamo affettivamente legati e che ci ha fatto l'incredibile regalo di unirci tutti sotto un unico obiettivo (finire il film appunto) eccoci in un nuovo ufficio, fresco di librerie montate ancora vuote, con la rete ancora da mettere in piedi e l'impianto elettrico da rivedere completamente, ma a fare le stesse cose di sempre. I cartoni animati.

Stiamo per iniziare tutti insieme, più o meno, un viaggio che ci porterà a diventare ancora più grandi e più coscienti del fatto che vogliamo fare questo davvero, nonostante i problemi le difficoltà, mettendo da parte i desideri di imporsi professionalmente e tutte le cose …

Riunioni e scarabocchi

Immagine
Alzi la mano chi durante una riunione dove mentre parlano altri non ha mai iniziato a scarabocchiare su un foglio o su un post-it. Interi blocchi e quaderni comprati per appuntare importanti notizie o informazioni utili al lavoro si trasformano in veri e propri album da disegno, un po' come quelli delle scuole medie. Immaginate cosa succede quando il tuo lavoro è quello di disegnare e si fanno riunioni dove ci si confronta sui disegni o su idee creative legate ad essi.
Cioè diventa una cosa tipo lasciar cadere una lattina di benzina nel mezzo di un falò dove ci sono solo degli sputafuoco professionisti, un incendio doloso di proporzioni di piaga egiziana, non cavallette e morie di bovini ovviamente, ma  palle di fuoco che cadono dal cielo.
In questo periodo ci si sta concentrano sulla chiusura della sceneggiatura finale, dove il buon Rak ce la sta mettendo tutta e scrivere dando suggestioni oltre che sul visivo anche sul comportamento e le reazioni emotive dei personaggi.

Diciamo che…

La felicità vien mangiando

Immagine
Non se se c'è qualcosa di più personale del rapporto che ognuno di noi ha col cibo.  E' impossibile capire realmente la sensazione di come un alimento piuttosto che un altro riesca ad appagare qualcuno, tranne quando capita a noi. Provare a comprendere le persone che ci interessano in base al rapporto con quello che hanno nel piatto è una cosa semplice se si fa attenzione.
La relazione con quello che mangiamo e il modo in cui lo facciamo nostro malgrado ci definisce senza nessun dubbio o fraintendimento, molto più di quello che riusciamo a nascondere.
Io tollero con difficoltà cavolo e verza, ma conosco persone che praticamente mangerebbero solo quello. Per carità li mangio dovendo, e se necessario per cortesia me li sono pure fatti piacere, ma nella maggioranza dei casi sono alimenti che cucinati in un determinato modo mi provocano proprio dei conati e non esagero. Eppure tiro giù il boccone e continuo oltre.

Un ottima annata per le idee

E con tutto quello che ci sta da fare, e con tutti i lavori da portare a termine, e con tutti gli impegni da assolvere da mo' a che finisci, pure un blog ti metti a fare? Si.
Perchè? E chi lo sa perchè... magari in mezzo a tutte le cose razionali e ponderate nella vita, ogni tanto una cazzata si può pure farla. Soprattutto quando questa cazzata è senza impegno verso nessuno se non verso noi stessi. A volte è utile a farsi una chiacchierata a voce alta, come consiglierebbe qualche terapeuta, ma in questo caso potrebbe essere, per così dire, a lettere maiuscole.
A chi non è mai capitato scrivere qualcosa e rileggendolo dopo anni pensare quasi di non riconoscere i propri pensieri e i processi che ci hanno portato a realizzarli.
Ovviamente per uno come me questo succede non solo con le parole, ma anche con le immagini, con i disegni, con i video. Con le animazioni.